Con l’avvicinarsi dell’autunno una delle prime preoccupazioni delle neomamme o future mamme è, senza dubbio, il freddo. È molto difficile però capire quale sia la temperatura ideale per il tuo bambino e cercare di vestirlo di conseguenza. Eccoti delle linee guida che potrebbero aiutarti a gestire questa situazione al meglio.

 

Passeggiate durante le stagioni fredde: sì o no?

Molte neomamme, quando le temperature si abbassano, piuttosto che rischiare di far prendere freddo ai loro piccoli, sono tentate di rimanere con i loro neonati al chiuso. Facendo così però, invece di proteggere il tuo bambino, rischi di negargli tutti i vantaggi che egli può trarre da una bella passeggiata all’aria aperta.

I vantaggi del portare regolarmente i neonati a passeggio fuori sono molteplici. Prima di tutto, la luce, i colori e tutto quello che riescono a percepire con i loro sensi stando all’aria aperta, permettono ai neonati di cominciare a conoscere il mondo in cui vivono. Inoltre, come già saprai, la stimolazione dei sensi nei neonati è fondamentale perché essi sviluppino al meglio le loro capacità cognitive. Le passeggiate sono fondamentali per la saluta del tuo bambino anche per un altro motivo: esse permettono al loro corpo di produrre la vitamina D, indispensabile per l’assorbimento del calcio e, di conseguenza, per il corretto sviluppo delle loro ossa.

 

Leggenda Metropolitana

Una leggenda metropolitana vuole che il freddo sia la causa delle malattie comuni nelle stagioni fredde. In realtà l’influenza, il raffreddore e gli altri malanni ai quali siamo più sensibili in autunno e in inverno sono causati dai batteri oppure dai virus. Ne consegue che il tuo bambino potrebbe essere più esposto al rischio di ammalarsi restando in un ambiente chiuso e poco ventilato, piuttosto che all’aperto.

Detto ciò, è comunque importante che il tuo piccolo durante queste passeggiate non soffra né il freddo né il caldo. Un buon accorgimento è sicuramente quello di cercare di uscire durante le ore più calde della giornata, cioè di tardo mattino e nel primo pomeriggio. Per quanto riguarda la scelta dell’abbigliamento più adatto per un neonato durante le stagioni fredde, eccoti alcuni consigli.

 

Come vestire il tuo neonato nelle stagioni fredde

Per proteggere il tuo bambino dal freddo, evitando però di vestirlo troppo e rischiare di farlo sudare, la cosa migliore è quella di vestirlo a strati. In questo modo, nel caso in cui tu debba fare delle commissioni in spazi chiusi – e quindi caldi -, potrai sempre togliergli oppure rimettergli i vari capi d’abbigliamento. Per capire se il tuo bambino abbia freddo o meno, prima di tutto basati su come ti senti tu a una data temperatura: se hai freddo o caldo tu, il tuo bambino sentirà lo stesso disagio, solo che amplificato. Il modo migliore per controllare se il neonato sia confortevole alla temperatura in cui si trova con i vestiti che ha addosso, è quello di toccagli il petto con la mano: se la temperatura della sua pelle corrisponde alla tua, il tuo bambino sta bene.

Nel vestire il tuo bambino è importante non dimenticarsi che la sua pelle è molto sensibile, di conseguenza il cotone è il tessuto ideale, soprattutto per i body e, in generale, per i capi che sono a diretto contatto con la sua pelle.

È meglio evitare invece la lana, che già tende a dare fastidio a noi adulti, figuriamoci a un bambino! Una felpa e un cardigan con cappuccio come strato più esterno proteggeranno dal freddo anche il suo capo. In alternativa puoi sempre ricorrere ad un cappellino. Da non sottovalutare poi è l’importanza di un paio di calzini morbidi ma caldi, soprattutto considerando che per un neonato le scarpette sono più un lusso che una vera e propria protezione.

Durante le passeggiate con il tuo bambino, ricordati che egli è comunque sempre protetto dal passeggino, che conserva al proprio interno il calore. Quindi, in caso di passaggio da freddo a caldo, è meglio aprire la tutina oppure il sacco nanna o, addirittura, togliere uno o più strati del suo abbigliamento.

Menu
My Account