La dentizione è un momento molto suggestivo per mamma e papà e una fase fondamentale del primo anno di crescita del neonato.

In questo articolo leggerai:

  • quali sono le fasi della dentizione
  • i sintomi legati all’eruzione dei denti
  • alcuni rimedi per alleviare il dolore alle gengive. 

La dentizione avviene già da quando il bimbo è nel pancione, ma bisognerà aspettare fino ai 4-10 mesi per vedere spuntare i denti “decidui”, chiamati così perché destinati a cadere per essere sostituiti da quelli permanenti.

La funzione dei denti da latte è molto importante, sia per la corretta masticazione del piccolo, sia perché garantisce la crescita regolare dei successivi denti definitivi.

Facciamo una premessa: come accade per le prime parole e i primi passi, anche per la dentizione ogni bambino ha i suoi tempi da rispettare. 

Ad ogni bimbo i dentini spunteranno quando sarà il suo momento, questo non deve in alcun modo rappresentare un motivo di preoccupazione.

Fa parte del normale processo di sviluppo di ogni individuo, che quindi avverrà in modo del tutto naturale e spontaneo.

Premesso ciò, la dentizione in genere segue una regolare tabella di marcia.

dentizione neonato quando spuntano i dentini calendario

Quando inizia la dentizione

I primi dentini, quelli chiamati comunemente da latte, sono 20.

Nel dettaglio, ogni semiarcata dentale ne ha 10 così suddivisi:

  • 4 incisivi (2 centrali + 2 laterali);
  • 2 canini;
  • 4 molari (chiamati rispettivamente “primi” e “secondi”).

La dentizione ha inizio con l’eruzione dei due incisivi centrali inferiori, in genere tra i 4 e i 10 mesi, seguiti da quelli superiori entro i quattro mesi successivi.

Entro il primo anno di età, spunteranno gli incisivi laterali inferiori e superiori, e quindi il bimbo si troverà ad avere otto dentini: quattro sopra e quattro sotto. 

Nei mesi successivi saranno i quattro “primi” molari da latte ad erompere. Questi spesso, più degli altri possono provocare fastidio perché, essendo ovviamente più grandi, hanno più difficoltà nel farsi strada.

Questi denti sono separati dagli incisivi laterali dai canini, che faranno la loro comparsa tra il sedicesimo e il ventiquattresimo mese di età.

Infine, entro i tre anni, ecco comparire gli ultimi quattro molari “secondi”, con i quali la dentizione si conclude.

Lo schema grossomodo è questo:

ARCATA INFERIORE → MESI

incisivi centrali → 4 – 10 

incisivi laterali  → 10 – 16 

primi molari  → 14 – 18 

canini  → 17 – 23

secondi molari  → 25 – 33 

ARCATA SUPERIORE  → MESI

incisivi centrali → 6 – 12 

incisivi laterali → 9 – 13 

primi molari → 13 – 19 

canini → 16 – 22 

secondi molari → 23 – 31 

Dal momento della loro comparsa, i primi dentini richiedono alcune attenzioni: prima tra tutte, quella di non offrire al bambino alimenti che siano troppo dolci, in quanto lo zucchero è il più grande responsabile della comparsa della carie. 

Altra attenzione deve essere  riservata alla pulizia: anche se i denti sono piccoli e saranno destinati a cadere per lasciare spazio a quelli definitivi, è importante che da subito siano tenuti puliti.

I dentini decidui possono essere puliti o con una garzina sterile bagnata avvolta intorno al dito, oppure è possibile utilizzare degli appositi ditali in gomma.

Dopo l’anno d’età, puoi iniziare ad utilizzare uno spazzolino bagnato con setole morbide senza dentifricio.

dentizione neonato quando spuntano i dentini bimbaSintomi della dentizione

Difficile non riconoscere i sintomi legati alla dentizione.

Questi comprendono innanzitutto alcuni comportamenti nel neonato, provocati dal fastidio o dal dolore, quali il pianto e l’irrequietezza.

Inoltre, puoi vedere il tuo bambino afferrare tutto quello che trova a portata di mano, come un giocattolo, un oggetto o il tuo dito… per mordicchiarlo ostinatamente effettuando una specie di massaggio istintivo per le gengive irritate.

Se presterai attenzione infatti, noterai in prossimità della comparsa dei dentini, uno o più puntini bianchi sulle gengive, che tenderanno a gonfiarsi ed arrossarsi.

Altri sintomi evidenti sono:

  • salivazione abbondante, causata dal prurito e dalla sensazione fastidiosa di tensione alle gengive;
  • gengive gonfie, i dentini che spingono per uscire, fanno infiammare le mucose, irritandole e rendendole particolarmente sensibili; questa irritazione può agitare molto il bambino;
  • inappetenza, per cui è consigliabile somministrare pasti che non siano eccessivamente caldi;
  • difficoltà a prendere sonno e riduzione dei tempi di riposo;
  • febbre e diarrea.

Questi ultimi due fenomeni in realtà non sono strettamente diretti alla dentizione, ma al fatto che in questo particolare momento di sviluppo, le difese del bambino si abbassano e di conseguenza è più esposto all’attacco di virus e batteri.

La dentizione infatti ha inizio proprio nel periodo in cui l’organismo del bambino non è più protetto dagli anticorpi materni che ha ricevuto durante la gravidanza, è per questo che si ammala di più.

L’ipersalivazione invece, tende ad ammorbidire le feci e a disturbare il suo sistema digestivo, provocando occasionali episodi di diarrea e irritazioni al sederino.

Rimedi contro i dolori alle gengive

Per dare sollievo al fastidio e al dolore provocati dalla dentizione al tuo bambino, puoi ricorrere ad alcuni rimedi semplici e privi di effetti collaterali.

Innanzitutto tante coccole da parte di mamma e papà, che hanno un effetto calmante ed anestetizzante per il bimbo.

Può rivelarsi utile un delicato massaggio sulle gengive doloranti e arrossate con una garza sterile bagnata con acqua fredda. Inoltre, puoi dare al tuo bimbo giocattoli da mordicchiare, oppure spalmare sulle gengive delle pomatine ad azione leggermente anestetizzante.

Vediamo quindi nel dettaglio, come poter alleviare il fastidioso e persistente dolore provocato dalla dentizione:

Massaggiagengive

Sono giocattoli studiati appositamente per alleviare i disturbi provocati dalla dentizione. Realizzati in gomma morbida o silicone, leggermente ruvidi al tatto, contengono al loro interno un liquido refrigerante.
Affinché si raffreddino, per poter sfruttare appieno l’azione antinfiammatoria e lievemente anestetica del freddo,  vanno tenuti in frigorifero per qualche ora prima dell’uso.
Un’alternativa ai massaggiagengive, può essere rappresentata da fazzoletti o asciugamani di garza da bagnare e tenere in frigo per un’oretta, prima di lasciarle succhiare al bambino.

Massaggio

Anche un semplice e delicato massaggio con il dito sulle gengive può alleviare il dolore durante la fase della dentizione.
Meglio se il massaggio viene praticato avvolgendo intorno al dito una garzina sterile opportunamente raffreddata.

Farmaci

Altro rimedio per dare sollievo ai disturbi da dentizione, sono gel e creme lenitive, rinfrescanti ed antinfiammatorie, che vanno distribuite in piccole quantità massaggiando sulle gengive gonfie ed arrossate.
In alcuni casi il pediatra può consigliare il ricorso a paste gengivali a leggero effetto anestetico, al paracetamolo o all’ibuprofene, entrambi principi attivi utilizzati contro il dolore.

Rimedi naturali

Durante il periodo della dentizione, puoi ricorrere anche a prodotti studiati appositamente per questa fase a base di prodotti naturali, come ad esempio camomilla, malva e calendula, da applicare sulle gengive più volte durante la giornata.
Le proprietà calmanti di queste piante, daranno una mano al tuo bimbo per sopportare il fastidio provocato dall’eruzione dei primi dentini.
È raccomandabile invece, evitare di immergere il ciuccio o la tettarella del biberon nel miele o in altre sostanze zuccherine: questa consuetudine, anche se può essere molto gradita al bambino, rappresenta la prima causa di carie a danno dei dentini da latte.

Biscotti duri

Per una coccola “dolce” al tuo bimbo, puoi ricorrere ai biscotti per lo svezzamento. Sono biscotti dalla consistenza leggermente più dura, che si sciolgono poco alla volta mordicchiandoli e al contatto con la saliva.
La durezza dei biscotti stimola le gengive, massaggiandole ed attivando la circolazione sanguigna. Inoltre, stimola una maggior secrezione di saliva che funge da disinfettante naturale della bocca.

dentizione neonato quando spuntano i dentini massaggiagengive

Lascia un commento