L’atmosfera unica del Natale è resa ancora più magica dalla presenza dei bambini. Legata alle tradizioni più classiche: lettera a Babbo Natale, calendario dell’Avvento, allestimento del presepe e accensioni delle luci sull’albero. La vera magia del Natale sta negli occhi dei bambini, che vedono tutto come meraviglioso e straordinario. È compito dei genitori quindi seguirli e assecondarli in questo tragitto natalizio. 

Il primo Natale con mio figlio

Un momento davvero speciale delle feste è il primo Natale con il proprio figlio, che sia appena nato, oppure che abbia già raggiunto un mese di età, non dimenticherai sicuramente mai questo giorno. Ma come possiamo renderlo un giorno memorabile anche per il nostro piccolino?

Non può mancare la classica foto insieme a tutta la famiglia, i regali sotto l’albero appena ci si sveglia, i film natalizi che ogni Natale accompagnano tutte le famiglie durante l’attesa di questo giorno così tanto speciale e sicuramente non possono mancare le canzoni natalizie che danno un tocco incantato all’atmosfera.

Il primo Natale è importante sia per il piccolo che per i genitori, è un momento colmo di gioia che rimarrà impresso nella memoria di tutta i parenti. Ricordatevi di scattare tante foto, immortalando il vostro piccolo bebè e i vostri sorrisi. Fate un album fotografico, così, quando sarà grande rivivrà quei momenti magici passati con voi.

Come spiegare chi è Babbo Natale

Sicuramente la magia di Babbo Natale è una delle magie più speciali con cui l’infanzia di ogni bambino si sviluppa.

È importante fin da subito saper spiegare al meglio questo personaggio. È un signore anziano, che vive in Lapponia, in una casa tutta di legno con le sue renne e i suoi folletti che lo aiutano a leggere tutte le letterine, che annualmente, i bambini scrivono per avere i regali. Babbo Natale, durante tutto l’anno controlla che bambini si comportino bene, perché in caso contrario i regali vengono sostituiti con del carbone nero. Babbo Natale, è un uomo un po’ paffutello, con la barba bianca e lunga, porta un paio di occhiali e si veste con una tuta rossa e bianca.

Ci tiene molto alle sue renne, gli vuole molto bene. Tutte hanno un nome e lo aiutano ogni anno, la notte del 24 dicembre, a portare i regali nelle case dei bambini su una slitta magica. È una figura magica e al tempo stesso speciale, che condivide i valori della famiglia, dell’amore e del bene.

Come e quando scrivere la letterina

Il momento in cui si scrive la letterina di Natale coi vostri bambini è un momento fondamentale. Andate a comprare una letterina natalizia in cartoleria, fate sedere con voi al tavolo il vostro bambino e iniziate a farvi dire i regali che vorrebbe. Ricordatevi di insegnargli che prima di fare il lungo elenco di regali, è giusto prima scrivere a Babbo Natale che quest’anno si è comportato bene, che sa di essere fortunato, e di rivolgersi con modi gentili, piuttosto che fare una lunga lista della spesa.

Una volta terminata la letterina, mettetela in una busta, indirizzatela in Lapponia e “inviatela”, affinché Babbo Natale la possa ricevere e prepararsi nella realizzazione dei regali.

Il primo Natale con il proprio bambino è forse uno dei momenti più speciali che si può vivere con l’intera famiglia. È un’occasione per riunire tutte le persone importanti, tutto l’amore e l’affetto, per ricordarci che non si è mai soli e che la famiglia è la parte più speciale che un essere umano può avere accanto. Dunque, proprio per questo motivo, il bambino deve capire fin da subito questi valori e portarli con sé fin quando non sarà capace di capire che Babbo Natale in realtà è la rappresentazione del bene e dunque dei genitori.

Menu

Login